Omaggio al film “Hanno Cambiato Faccia” (1971)

Un brano del nostro EP “Apoi!calypse” rende omaggio al film omonimo di Corrado Farina, una gemma poco conosciuta dell’horror politico italiano

Hanno Cambiato Faccia

Un tributo a Corrado Farina

La canzone “Hanno Cambiato Faccia” – che appare sull’EP Apoi!calypse – è un tributo alla pellicola omonima di Corrado Farina, regista torinese scomparso nel 2016.

Suo figlio Alberto, dopo aver saputo di questo omaggio, è stato così gentile da contattarci e parlare di noi sul suo profilo Facebook.

Il film – che si basa sull’idea che i vampiri non siano scomparsi, ma si siano soltanto trasformati nei moderni capitalisti – è purtroppo difficilmente reperibile sul mercato home video, ma in compenso è disponibile per intero su YouTube.

Ascolta “Hanno Cambiato Faccia”

Puoi ascoltare la nostra canzone su Bandcamp, su Spotify oppure su YouTube. Fai scorrere la pagina per leggere il testo.

Testo

Un morso freddo, la volontà in fumo
Labbra sul collo, psicoseduzione
Sei come Alice nel Paese del Consumo
Anima in scatola, prezzo d’occasione.

Sono creature notturne a caccia
Non sono morti, hanno cambiato faccia!
I loro morsi non lasciano traccia
Non sono morti, hanno cambiato faccia!

Ti lasci andare al bacio del non-morto
È lui che crea i tuoi desideri
Vuole il tuo sangue, la tua mente, il tuo corpo
Vampiri ieri, oggi finanzieri.

“La Notte dei Morti Viventi” videoclip

🇮🇹 Ecco a voi il video di “La notte dei morti viventi”, ispirato al film omonimo di George Romero (1968) e tratto dall’EP Apoi!calypse. Il videoclip è stato realizzato da Mela.

🇬🇧 Here is our brand new video, “La notte dei morti viventi”, inspired by George Romero’s “Night of the Living Dead” (1968). This song was taken from Apoi!calypse tape EP. Mela edited the videoclip.

YouTube

Facebook

Testo

Una violenza irrazionale / Cannibalismo primordiale / Il contagio-mutazione / S’estende pure alla ragione. // Istinto puro, carne tra i denti / Questa è la notte dei morti viventi! / Senti le grida ed i lamenti / Questa è la notte dei morti viventi! // È la violenza nei tuoi sogni / È la crudezza dei bisogni / Loro son noi, noi siamo loro / Il morto vive, è un ossimoro.